Blog

Gli studenti della vostra scuola conoscono il disastro di Stava?

Gli studenti della vostra scuola conoscono il disastro di Stava?

Le tematiche ambientali sono di forte attualità e, in particolare, il mondo della scuola le affronta quasi quotidianamente con gli studenti. Perché quindi non prendere spunto dal "caso di Stava" per parlarne? Il crollo delle discariche della miniera di fluorite in val di Stava, il 19 luglio del 1985 (ricorreranno fra alcuni mesi i 35 anni dal disastro), è un evento di storia contemporanea che ha fortemente condizionato la pianificazione territoriale in Trentino e ancora oggi la conoscenza delle scelte e degli errori allora fatti sul territorio, scelte che hanno causato la catastrofe, apre le porte su un percorso ricco

ЗГОРИГРАД – СТАВА ИДЕНТИЧНИ БЕДСТВИЯ

Трагедията в село Згориград (община Враца, България) и трагедията в долината Става( община Тезеро, Италия ) са две от най-тежките катастрофи в света, причинени от срива на минни хвостохранилища. На 1 май 1966 година се срива хвостохранилището на мината за добив на цинк и олово „Плакалница”, намираща се над село Згориград. Стихия от 450 000 куб.м. кал, камъни и вода изминава седем километра до град Враца, и довежда до значителни опустошения. Загубите са не само материални и природни; бедствието предизвиква и смъртта на стотици хора. На 19 юли 1985 година се срутва хвостохранилището на мината за добив на флуорит „Преставел”,

Trasparenza

Contributi pubblici a favore della Fondazione Stava 1985 onlus La legge n.124 del 4 Agosto 2017 (Legge Annuale per il mercato e la concorrenza), all’art.1 comma 125 configura una serie di obblighi di pubblicità a carico di soggetti (tra cui anche le Fondazioni onlus) che intrattengono rapporti economici con le Pubbliche Amministrazioni o con altri soggetti pubblici. La disposizione prevede che tali soggetti pubblichino, nei propri siti o portali digitali, le informazioni relative a «sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere», superiori a 10.000 Euro. La pubblicità deve essere assicurata, con riferimento agli importi percepiti

I DUE CERMIS

Due date: 9 marzo e 3 febbraio.Quella che segue è la cronaca di questi due sciagurati giorni e di quello che ne seguì, nelle aule dei Tribunali e nelle coscienze civili.Ha anche un volto questo libro. Quello di un padre che rimprovera aspramente il proprio bambino.Glielo ha detto un sacco di volte che certe cose non si fanno.“Ricordati che certe cose non devono accadere più!” E gli spiega il perché. Ordina

Orario invernale del Centro ed escursioni guidate

Apertura con orario 15.00 - 18.00 nei seguenti giorni: • tutti i giovedì, le domeniche e i festivi • in novembre aperto solo sabato 2 • nel periodo natalizio aperto i giorni 26-27-28-29 dicembre e 2-3-4-5 gennaio. • i giorni di: Natale, Capodanno, Epifania e Pasqua il Centro rimarrà chiuso. Per informazioni o prenotazioni fuori dall’orario d’apertura: E-mail info@stava1985.it Tel. 0462 814 060 - 347 1049 557 La Fondazione offre i consueti strumenti informativi per spiegare genesi, cause e responsabilità della catastrofe: • il Centro di documentazione di Stava con il cortometraggio docu-fiction “Stava 19 luglio” per la regia di

Gli anniversari (aggiornamento agosto 2019)

Il 19 luglio di ogni anno è per Tesero e Stava il giorno della memoria. Il 34° anniversario della catastrofe di Stava è stato occasione per consolidare e dare nuovi contenuti al gemellaggio fra i Comuni di Tesero e Samassi (provincia del Medio Campidano, Sardegna), nato sulla base della memoria condivisa relativa ai tragici fatti della catastrofe della Val di Stava del 19 luglio 1985 (in cui la comunità sarda perse 4 suoi giovani cittadini, ragazzi impiegati in uno dei tre alberghi di Stava per la stagione turistica). La Banda “Stanislao Silesu” di Samassi ha infatti partecipato alle cerimonie dell'anniversario

La Via Crucis e la S.Messa di suffragio

Nel luglio del 1986, primo anniversario della catastrofe, la Parrocchia di Tesero decise di dedicare al suffragio delle vittime una Via Crucis lungo la Val di Stava e una Santa Messa nella chiesa parrocchiale di Tesero. Ancora era ben impressa nella memoria l’intensa Messa esequiale in suffragio delle vittime del 21 luglio del precedente anno, celebrata nella parrocchiale di S.Eliseo dall’Arcivescovo di Trento Alessandro Maria Gottardi e dal Cardinale di Milano Carlo Maria Martini, alla quale aveva presenziato anche l’allora Presidente della Repubblica Italiana Francesco Cossiga. Dal 1986, ogni anno, nella serata della vigilia, si tiene la Via Crucis, con

Il Cimitero delle Vittime presso la chiesa di S.Leonardo a Tesero

Il programma del 35° anniversario

SABATO 18 LUGLIO 2020 ore - 17.30 - Stava - Centro di documentazione della Fondazione Stava 1985;Assemblea dell’associazione culturale “19 luglio Val di Stava”;ore 20.30 - dalla località Pesa in val di Stava Via Crucis con arrivo alla Chiesetta della “Palanca”. DOMENICA 19 LUGLIO 2020 - ANNIVERSARIO DELLA CATASTROFE ore 10.30 - Tesero – Chiesa parrocchiale di S.Eliseo;S.Messa di Suffragio in memoria delle Vittime del disastro della val di Stava e processione con preghiera al Cimitero delle Vittime adiacente alla Chiesa di San Leonardo; ore 12.30 - Stava - Chiesetta "la Palanca"Cerimonia in memoria delle Vittime del disastro del Vajont;con