La colata di fango percorse una distanza di circa 7 chilometri, distruggendo buona parte dell'abitato di Sgorigrad, e raggiunse la città di Vratza.

Le Lacrime di Vratza

Vratza è la città a valle di Sgorigrad che fu investita dalla colata di fango e dove morirono molte delle 488 vittime del disastro. Alle tragedie della città di Vratza Peter Petrov ha dedicato la sinfonia “Le lacrime di Vratza”. La sinfonia, eseguita per la prima volta il 18 ottobre 2006 dalla Filarmonica di Vratza, è orchestrata da Gianluigi Borrelli.