Il programma del convegno

Il programma del convegno

[vc_row][vc_column][vc_column_text]6 ottobre 2022: 9.00-17.00 Apertura dei lavori Saluto delle autorità e delle Associazioni Sessione 1: Il cambio di paradigma: da dove arriviamo Sessione 2: Il cambio di paradigma: dove stiamo andando Il disastro di Stava - Visita al Centro Stava 1985   7 ottobre 2022: 9.00-17.00 Sessione 3: Progettazione, esecuzione e monitoraggio Sessione 4: Da rifiuto a risorsa Tavola rotonda e dibattito conclusivo   Orario e dettaglio dei singoli  interventi e dei relatori saranno aggiornati a breve.[/vc_column_text][vc_btn title="IL CONVEGNO A STAVA - SCARTI MINERARI: DA RIFIUTO A RISORSA - HOME" style="custom" custom_background="#f7be68" custom_text="#c90000" size="sm" align="center" button_block="true" link="url:https%3A%2F%2Fwww.stava1985.it%2Fstava-2022-il-convegno%2F|title:Il%20convegno%20a%20Stava%20%E2%80%93%20Scarti%20minerari%3A%20da%20rifiuto%20a%20risorsa"][/vc_column][/vc_row]

La sede del convegno

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Stava è una frazione di Tesero, comune della  Val di Fiemme, nel Trentino orientale. Posta lungo la strada che porta a Pampeago, nota località sciistica, è conosciuta per aver ospitato in più occasioni l'arrivo di tappa del Giro d'Italia. Il Centro Stava 1985,  in piazza Sgorigrad 2 nell'abitato di Stava, racconta con strumenti multimediali informativi la genesi, le cause e le responsabilità circa il disastro minerario del 19 luglio 1985. La sala eventi dell'Hotel Shandranj è la sede del convegno.[/vc_column_text][vc_btn title="IL CONVEGNO A STAVA - SCARTI MINERARI: DA RIFIUTO A RISORSA - HOME" style="custom" custom_background="#f7be68" custom_text="#c90000" size="sm" align="center" button_block="true" link="url:https%3A%2F%2Fwww.stava1985.it%2Fstava-2022-il-convegno%2F|title:Il%20convegno%20a%20Stava%20%E2%80%93%20Scarti%20minerari%3A%20da%20rifiuto%20a%20risorsa"][/vc_column][/vc_row]

Perché questo convegno

[vc_row][vc_column width="1/5"][vc_single_image image="11" img_size="full" alignment="center" onclick="custom_link" img_link_target="_blank" link="https://www.stava1985.it"][/vc_column][vc_column width="1/5"][vc_single_image image="7320" img_size="full" alignment="center" onclick="custom_link" img_link_target="_blank" link="https://www.isprambiente.gov.it"][/vc_column][vc_column width="1/5"][vc_single_image image="7328" img_size="full" alignment="center" onclick="custom_link" img_link_target="_blank" link="https://www.geam.org/"][/vc_column][vc_column width="1/5"][vc_single_image image="7324" img_size="full" alignment="center" onclick="custom_link" img_link_target="_blank" link="https://www.anim-ingegneriamineraria.it/"][/vc_column][vc_column width="1/5"][vc_single_image image="7316" img_size="full" alignment="center" onclick="custom_link" img_link_target="_blank" link="https://associazionegeotecnica.it/"][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]La causa del crollo della discarica di miniera di Prestavèl[1] è da ricercarsi anche nel fatto che il materiale depositato era rifiuto della lavorazione, rifiuto che non dà profitto ma costituisce solo un costo per l’impresa. Partendo da questa considerazione Fondazione Stava 1985, ISPRA Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, GEAM Associazione Georisorse e Ambiente[2], ANIM Associazione Nazionale Ingegneri Minerari e AGI Associazione